George Best

BEST RACCONTA GEORGE BEST

“Ho speso gran parte dei miei soldi per donne, alcol e automobili. Il resto l’ho sperperato”

….se chiedessimo ai ragazzi di oggi chi ha pronunciato queste parole le risposte si agirerebbero tra cantanti,attori,sex simbol,tronisti,ma in pochi saprebbero indovinarne il “padre”: BEST,George Best.
Nato a Belfast ,in Irlanda ,nel 1946, attaccante  del Manchester United Campione D’Europa ,Vincitore del Pallone d’oro nel 1968, lega la sua fama non solo alla sua immensa classe ed esplosività,ma anche (e soprattutto?) a ciò che l’irlandese ha rappresentato negli anni 60’ nel Regno Unito:un mix di sregolatezza,eccesso,anarchia che gli ha portato a ricevere il soprannome di quinto Beatle e renderlo una icona pop di quegli anni.

El-genial-George-Best-8

“Nel ’69 ho dato un taglio a donne e alcool. Sono stati i 20 minuti peggiori della mia vita.”

Nel rettangolo di gioco un “fenomeno” palla al piede,fuori dal campo un “mito” ,soprattutto per le donne e per i compagni di drink,al pub.

Ho sempre voluto essere il migliore in tutto: in campo il più forte, al bar quello che beveva di più.”

E’ stato la prima star  del mondo del calcio:due matrimoni,diversi tradimenti ed innumerevoli leggende riempivano i tabloid dell’epoca,impegnati molto più durante le notti in città accompagnato da bellissime donne  che durante le partite la domenica.

“Beh alcune cose me le sono lasciate sfuggire: miss Canada, miss Inghilterra e miss Germania per esempio.

E’stato protagonista di diversi riviste e modello per diverse aziende dell’epoca.Memorabile la pubblicità dei reggiseni PLAYTEX.      Il messaggio diceva:<<se porti un reggiseno Playtex puoi anche dire di NO a George Best!>>

“In base all’esperienza con le donne che mi ero fatto all’epoca posso tranquillamente dichiarare che la Playtex non doveva vendere un granché”

George Best fu un calciatore unico, senza mezze misure, viveva negli eccessi. Probabilmente senza i problemi dell’alcool staremmo parlando ora di uno dei migliori calciatori di sempre, insieme a Pelè e Maradona. Da allora, l’amore per questo giocatore non è mai scomparso per i tifosi del Manchester United, consapevoli che forse George Best è stato il migliore nella storia ad aver mai giocato per i Red Devils.

“Io sono l’uomo del peccato……il paradiso non fa per me”

Al personaggio di Best fu dedicato, nel 2000, un film biografico, Best, interpretato da John Lynch.
La vita di George Best fu costellata da gravi problemi di salute, causati soprattutto dalla dipendenza da alcool .Nel 2000 venne ricoverato per gravi danni al fegato dovuti ai problemi di alcolismo. Nel 2002, all’età di 56 anni, subì un trapianto di fegato.
Nel 2005 muore a Londra per un infezione epatica.

133069690_bd9d0c701c_b

“Don’t die like me”in lingua italiana «Non morite come me»

ll Belfast City Airport è a lui intitolato.
Il 27 novembre 2006, per celebrare il primo anniversario della sua morte, Ulster Bank ha diffuso nel Nord Irlanda e nella zona di Manchester, un milione circa di banconote da 5 sterline recanti la sua effigie.
La “George Best Foundation”, voluta da sua sorella Barbara, è impegnata nella promozione del calcio e dello sport in generale tra i ragazzi nordirlandesi, con lo scopo principale di allontanarli dalla strada e dall’alcool.

“Ho sentito raccontare molte leggende ai bambini……alcune di queste riguardavano me.”

 

 

 

 

 

 

Written By
More from Emira M'sakni

Face Of The Month

Ha aperto lo show di Givenchy in esclusiva. Iman Hammam, un giovane...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *