Ti ricordi di me?

Dove avete incontrato per la prima volta il vostro amore? E se non lo avete ancora incontrato dove immaginate che possa accadere? Tra i banchi di scuola, ad una festa in maschera, oppure alla fermata della metro? Tra tanti e possibili scenari, la storia dei protagonisti di “Ti ricordi di me?”, ultimo film di Rolando Ravello, nasce fuori lo studio di una psicoterapeuta.
Roberto, interpretato da Edoardo Leo, è uno scrittore di fiabe strampalate che soffre di cleptomania. Sente l’impulso irrefrenabile di rubare oggetti di assoluta inutilità. Benedetta invece, interpretata da Ambra Angioini, è una maestra. Nulla di insolito se non fosse per il fatto che è affetta da narcolessia. Le forti emozioni le provocano la perdita di coscienza e talvolta anche della memoria. Le vicende sentimentali di Roberto e Benedetta, ma anche quelle degli amici, Francesco, bravissimo Paolo Calabresi, e Valeria, interpretata da Susy Laude, si districano tra la comicita’ delle fissazioni e dei rituali che ricordano la psicopatologia della vita quotidiana presente in ognuno di noi, e la tenerezza di una storia d’amore che assomiglia alle bizzarre fiabe scritte dal protagonista. Consiglio “Ti ricordi di me?” a coloro che ai tradizionali protagonisti delle fiabe, preferiscono gli eroi impacciati e le principesse smemorate.

 

Tags from the story
, ,
Written By
More from Emira M'sakni

La topografia delle emozioni, le lacrime.

“Tutto ciò che vediamo nella nostra vita è solo la punta di...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *