Ti ricordi di me?

Dove avete incontrato per la prima volta il vostro amore? E se non lo avete ancora incontrato dove immaginate che possa accadere? Tra i banchi di scuola, ad una festa in maschera, oppure alla fermata della metro? Tra tanti e possibili scenari, la storia dei protagonisti di “Ti ricordi di me?”, ultimo film di Rolando Ravello, nasce fuori lo studio di una psicoterapeuta.
Roberto, interpretato da Edoardo Leo, è uno scrittore di fiabe strampalate che soffre di cleptomania. Sente l’impulso irrefrenabile di rubare oggetti di assoluta inutilità. Benedetta invece, interpretata da Ambra Angioini, è una maestra. Nulla di insolito se non fosse per il fatto che è affetta da narcolessia. Le forti emozioni le provocano la perdita di coscienza e talvolta anche della memoria. Le vicende sentimentali di Roberto e Benedetta, ma anche quelle degli amici, Francesco, bravissimo Paolo Calabresi, e Valeria, interpretata da Susy Laude, si districano tra la comicita’ delle fissazioni e dei rituali che ricordano la psicopatologia della vita quotidiana presente in ognuno di noi, e la tenerezza di una storia d’amore che assomiglia alle bizzarre fiabe scritte dal protagonista. Consiglio “Ti ricordi di me?” a coloro che ai tradizionali protagonisti delle fiabe, preferiscono gli eroi impacciati e le principesse smemorate.

 

Tags from the story
, ,
Written By
More from Emira M'sakni

Quale vino per il cioccolato?

Partendo dal presupposto che non esiste l’abbinamento perfetto, oggi tenteremo di suggerirvi alcuni...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *