ROSSETTO VS SMALTO

Nel 2001 il presidente della Estée Lauder, Leonard Lauder coniò il termine “lipstick index” e, con dati alla mano, lo rese un vero e proprio indicatore economico. Durante le crisi economiche, come ad esempio quella del 1929, si è notato che le vendite dei rossetti subiscono un aumento considerevole. Forse perché rappresentano un lusso molto più accessibile rispetto ad altri beni di consumo, spesso legati al superfluo, come scarpe, borse o abiti firmati.

Nel suo rapporto annuale Cosmetica Italia, la confindustria dei produttori di make-up, ha annunciato che per quanto riguarda l’Italia, le vendite dei rossetti hanno subito un calo del – 2,8%. Bene, verrebbe da pensare che ciò significa che siamo usciti dalla crisi…purtroppo le cose non stanno esattamente in questo modo. Come puntualmente sottolineato da esperti economici, il lipstick index è stato scalzato da un nuovo indice. Il “nail polish index“. Cosa significa? Significa che, a quanto pare, in tempi di crisi le donne non fanno più incetta di rossetti, ma di smalti e di prodotti dedicati alla cura, alla ricostruzione e alla decorazione delle unghie. Questi ultimi stanno infatti vivendo un boom senza precedenti.

Tags from the story
, ,
Written By
More from booom

VINCENT VAN GOGH

Il 30.3.1853 nasce Vincent Van Gogh a Groot- Zundert in Olanda. Disegna...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *