Apple Mania

Qual è l’argomento del momento, sia esso un elogio o una critica, se non l’uscita del gioiellino Apple, disponibile in due versioni. Ma cosa avrà di straordinario da far divenire Apple non solo un’azienda, ma un vero e proprio fenomeno? La risposta sembrerebbe semplice: il prezzo elevato, invece no… Andiamo oltre!

10apple15-tmagArticle

Hanno un’estetica modificata: display retina HD, più leggero, solo 129g., sottile, con bordi tondi e tanto comodo da poterlo usare con una sola mano; infatti il tasto standby è stato spostato sul lato, i tasti volumi sono stati allungati e facendo doppio-tap sul tasto Home la schermata si dimezza facendola scorrere verso il basso e renderla così raggiungibile dal pollice. Anche la tastiera presenta pulsanti aggiuntivi quali “copia – incolla – taglia”.

La novità maggiore è l’introduzione di Apple Pay, una vera rivoluzione circa le modalità di pagamento. Qui in Italia dovremmo attendere ancora un po’, dopodiché potremmo fare i nostri acquisti senza dover estrarre il portafoglio. Avvicinando lo smartphone all’apposito terminale, grazie al chip NFC, compare immediatamente l’immagine della propria carta di credito memorizzata in Passbook e, dopo aver verificato l’impronta digitale mediante  Touch ID,  il pagamento viene completato. Apple Pay è sicuro, in quanto i dati della carta non vengono archiviati sul dispositivo o condivisi, ma viene assegnato un codice univoco.

I nuovi iphone, inoltre, ci permettono di sbizzarrirci, anche sui social, con la rinnovata fotocamera iSight e grazie ad iOS 8, aggiornamento disponibile dall’iPhone 4s in poi, è possibile modificare all’istante immagini senza ricorrere ad App aggiuntive.

Ora, non ci resta che scegliere tra i modelli iphone 6 da 4,7’’ o iphone 6 plus da 5,5’’ e la colorazione che preferiamo (argento, oro o grigio siderale) oppure attendere l’uscita dell’iPad Air 2.

 

Tags from the story
, , ,
Written By
More from Giusy Peluso

Dipendenza da like

Sembrerebbe strano, ma ciò che ha più valore su Facebook sono i...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *