SICUREZZA ALIMENTARE IN UN BUNKER

Il New York Times lo ha definito il “Fort Knox” del cibo, e non a torto, se si va a vedere come è costruito lo Svalbard Global Seed Vault di Longyearbyen nell’isola norvegese di Spitzbergen.

L’edificio inaugurato nel 2008 a prova di bomba, oltrechè di terremoti, inondazioni e attacchi terroristici, raccoglie semi provenienti da tutto il mondo. Infatti, più di 100 paesi hanno deposto le loro riserve, per un totale di 840.000 esemplari, per proteggere le specie vegetali da perdite botaniche del loro patrimonio genetico.

Il governo norvegese è il titolare nonché responsabile dell’edificio, ma il contenuto di ogni cassetta di sicurezza appartiene al depositario. Le consegne si fanno quattro volte all’anno e dall’aeroporto vengono scortate in questo bunker dall’aria futuristica costruito per 12o metri all’interno di una montagna.

I campioni vengono conservati, al minimo di ossigeno, a 18 gradi Celsius sottozero, una quarantina di metri sotto il ghiaccio, in tre grotte di 1200 metri cubici a cui si accede da un tunnel di 125 metri sbarrato da ben quattro porte di sicurezza.

Insomma…a dispetto  del luogo..è roba che scotta!

Tags from the story
, ,
Written By
More from booom

PANTONE VEDE PASTELLO

Per il 2016 Pantone, l’azienda statunitense che si occupa di tecnologie per...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *