LO SHOPPING PER UNA BUONA CAUSA – #Purple26

L’epilessia colpisce oggi 65 milioni di persone in tutto il mondo e può cambiare la vita di chiunque, in qualsiasi momento. Purtroppo al momento non c’è una cura per questa patologia. STYLIGHT ha deciso di organizzare un’asta di beneficenza che coinvolge celebrity, influencer, brand e professionisti di tutto il mondo allo scopo di aumentare la consapevolezza di questa malattia e raccogliere donazioni per la causa, a partire dal 26 Marzo, l’International Purple Day.

Partecipa anche tu e fai la tua offerta!

L’asta si aprirà il 26 Marzo 2015 alle 8.00 GMT+1 e chiuderà il 9 Aprile 2015 alle 8.00 GMT+1.

Aiutaci a diffondere l’iniziativa! Hashtag ufficiale: #Purple26

INFORMAZIONI – Il Purple Day è una giornata internazionale istituita nel 2008 e dedicata a creare consapevolezza nel mondo sull’epilessia. Ogni 26 marzo le persone di tutto il mondo sono invitate ad indossare qualcosa di viola e ad organizzare eventi in supporto a questa campagna di sensibilizzazione.

Per fare la propria offerta è necessario creare un profilo su Designer-Vintage.com. Il ricavato dell’asta verrà suddiviso in maniera equa tra Associazioni che lottano quotidianamente per far conoscere l’epilessia, aiutare coloro che ne sono colpiti e sviluppare la ricerca.

L’epilessia è una patologia neurologica che si manifesta in forme diverse e che dipende da un’alterazione della funzionalità dei neuroni: alcune forme di epilessia (la maggior parte) sono compatibili con una qualità di vita pressoché normale; altre (più rare) comportano maggiore gravità.

L’epilessia è una delle patologie neurologiche più diffuse, tanto da essere riconosciuta dall’OMS come malattia sociale. Più di 65 milioni di persone nel mondo soffrono di epilessia, oltre 500.000 in Italia. E’ probabile, inoltre, che questi numeri siano sottostimati, poiché spesso questa patologia viene tenuta nascosta per motivi sociali e psicologici.

Fonte : Styight.it

Written By
More from Emira M'sakni

#WithSyria

On the third anniversary of conflict, let us stand #WithSyria La voce...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *