Skip to main content

Si chiama aromacologia la disciplina che studia le proprietà e gli effetti degli oli essenziali. In Italia ancora non ha un suo riconoscimento ufficiale, mentre in numerosi Paesi europei si.

La componente odorosa degli oli essenziali che percepiamo con il nostro olfatto va a coinvolgere direttamente il sistema neurovegetativo limbico, influenzando amigdala e ipotalamo. Proprio per questo motivo gli oli possono essere utilizzati sia per contrastare emozioni negative che per aumentare quelle positive.

 – lavanda: rilassante e antidepressiva, agisce sulla sfera affettiva, dona un senso di libertà, equilibrio e serenità

tea tree : diminuisce le dipendenze fisiche e psicologiche, stimola la concentrazione

finocchio: lavora sul sentimento della scarsa autostima, riequilibrante

patchouli: ansiolitico, antidepressivo

camomilla: proprietà calmanti, lenitive ed analgesiche

ylang ylang : calmante, lavora sul superamento del senso di frustrazione ed insoddisfazione