Skip to main content

Si è conclusa come grande successo la 6° edizione della biennale d’arte contemporanea ad Anglet , ” La Littorale“.

Itinerante tra i vari paesi della costa francese, l’edizione di quest’anno ha affrontato il tema delle frontiere e degli spazi sociali e politici, che si rispecchiano in luoghi geografici. Una delle opere più ammirate è stata quella dell’artista turco Kemal Tufan, esposta proprio sulla spiaggia di Anglet, nei pressi di Biarritz. Si tratta di un grande scheletro metallico interamente ricoperto da patchwork di abiti donati dagli abitanti del posto, per andare a formare un sottomarino coloratissimo. Senso dell’opera non è solamente la forza che può avere l’unione pacifica delle persone, in opposizione alla voglia di guerra e potere, ma anche una metafora del subconscio, in quanto il sottomarino è sospeso tra gli abissi del mare e la superficie dell’acqua.