Moncler Genius “The next chapter”

Uno degli eventi più interessanti dell’anno nel mondo della moda è stato sicuramente Moncler Genius Builing, progetto nel quale sette diversi designer hanno realizzato diverse collezioni per il brand.
Otto distinte collezioni, presentate e lanciate con piani individuali a cadenza mensile.

Il progetto è stato lanciato il 20 febbraio 2018 in occasione della Milan Fashion Week, momento in cui Moncler si è ampliato ufficialmente, aggiungendo ben 5 collezioni alle 8 presentate in inverno, con una nuova offerta: The Next Chapter. .

Al posto della canonica sfilata, Moncler ha svelato le sue collezioni mediante video installazioni in una galleria d’arte con stanze diverse. Passando di sala in sala, il pubblico si immergeva nella visione autentica e precisa di ciascun designer. Un caleidoscopio di immagini per un coro di voci differenti, che parlano per una sola maison. Tra i protagonisi del progetto Moncler Genius ci sono: Simone Rocha, Craig Green, Kei Ninomiya e Hiroshi Fujiwara

Il percorso inizia con Simone Rocha che presenta 4 MONCLER SIMONE ROCHA. Una collezione per le donne che vogliono essere femminili e romantiche, ma con un tocco di modernità.

La collezione si ispira al mondo dei giardini e del giardinaggio, non a caso ha lasciato che petali, foglie e fiori si dispiegassero sullo schermo. Per la realizzazione di figure romantiche decorate da boccioli, volants e ricami sono stati utilizzati nylon super leggero, dolmias, taffetà ma anche Pvc e tulle.

La designer irlandese ha inoltre trasformato il famoso piumino con strati di volant, perle e paillettes ed il trench, che da oggi, avrà maniche più voluminose.

Simone Rocha ha reso così la sua passione per il giardinaggio alta moda.

Affidandosi a una visione assolutamente unica e libera, Moncler Genius conferma ancora una volta il suo spirito autentico, fondato su creatività e innovazione.

Written By
More from Giusy Peluso

Sconto a chi spegne il cellulare

Per quanto si possa definire positiva, l’avvento della tecnologia ha anche molteplici...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *