LA PIZZA IN FESTA

la pizza mette d'accordo tutti
la pizza si attesta come cibo simbolo della cucina italiana

Marchio di fabbrica della cucina italiana, la pizza viene celebrata oggi 17 gennaio con una giornata mondiale interamente dedicata a lei.

Pare che sia stata scelta questa data, perché proprio il 17 gennaio si celebra Sant’Antonio Abate, il santo protettore dei pizzaioli e dei fornai.  Una giornata di festa, che vedeva le famiglie riunirsi e mangiare insieme diverse varietà di pizza.

La prima ricetta della pizza come la conosciamo nell’epoca attuale è riportata in un trattato stampato a Napoli nel 1858, che descrive il modo in cui in quegli anni si preparava la “vera pizza napoletana”.

Passano gli anni, ma la pizza resta una regina della cucina italiana, tanto da meritare un apposito regolamento della Commissione Europea che inserisce la pizza tra le Specialità Tradizionali Garantite. Qui sono segnalate tutte le caratteristiche ed i procedimenti che la vera pizza napoletana deve avere.

Inoltre, l’Associazione Verace Pizza Napoletana, a cui aderiscono quasi 800 pizzerie in tutto il mondo, è riuscita ad ottenere nel 2010 il riconoscimento europeo STG e la loro arte è stata dichiarata dall’UNESCO Patrimonio Immateriale dell’Umanità. 

Ma quanta pizza consumano gli italiani? Secondo gli ultimi dati disponibili, la produzione giornaliera in tutto il paese è di 8 milioni di pizze.

A vincere dal punto di vista della preferenza dei gusti degli italiani è la pizza tradizionale, tonda, nella versione marinara, margherita, napoletana o capricciosa.

Di certo però non siamo l’unico popolo ad amare così tanto la pizza. Infatti, ogni anno negli Stati Uniti vengono vendute 4.000 milioni di pizze e dopo l’hamburger la pizza si attesta come secondo cibo preferito dagli americani. Una valida ragione per dedicare il 9 febbraio alla giornata americana della pizza.

La catena più grande dove gustare la pizza made in USA è Pizza Hut, mentre l’istituzione per una pizza dalle origini tutte italiane, è la prima pizzeria di New York, “Pizzeria Napoletana Gennaro Lombardi”.

Oggi anche se ha cambiato nome in “Lombardi’s Pizza”, dal suo storico forno a carbone nel cuore di Little Italy, continua a sfornare pizze che vengono servite a centrotavola, già tagliate in fette e pronte da condividere. https://www.firstpizza.com/.  

Tags from the story
, ,
More from Eva Müller-Praefcke

MOSCA + LUSSO = TSUM

Il centro di Mosca ospita da ben 110 anni uno dei suoi...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *