Luisa Spagnoli FW 20/21

Back to the Future

“Chi corre verso il futuro dimenticando il proprio passato, perde la propria identità”.

Frase che esprime perfettamente l’identità del brand di Luisa Spagnoli che da sempre si rivolge a un’idea di  donna forte e sicura di sé, una donna chic ed indipendente.

Una donna insomma che incarna la filosofia della sua fondatrice, Luisa Spagnoli, che già all’inizio del ‘900, incarnava l’essenza dell’emancipazione attraverso l’idea di una donna il cui stile rappresenta la femminilità e libertà, e che, anche guardando indietro, ha uno spirito contemporaneo.

Su questo concetto nasce la nuova collezione FW 20/21 del brand , basata su un mashup tra tradizione e innovazione un richiamo al passato ma re-interpretato, con gli occhi di oggi, che mostra fiera il suo evergreen la maglia in lana d’angora.

Il marchio protagonista durante la settimana della moda milanese, è stato rappresentato da tre brand ambassadors, tre donne che rappresentano la raffinata e rinnovata direzione del marchio.

Olivia Palermo attrice, ma soprattutto un’icona di stile internazionale, casual e sofisticata allo stesso tempo, Regina della Street Style.

Marica Pellegrinelli è una modella italiana, capace di esaltare la sua bellezza statuaria con un semplice gesto,stile naturale e autentico, senza ostentazione.

Filippa Lagerback modella e showgirl e presentatrice molto amata in Italia.

L’Ispirazione della collezione trova radici negli anni 70’s e 80’s e mixa stile femminile e maschile con armonia: outfit interamente in velluto dalle forme scultoree che si abbinano in modo impeccabile agli abiti in paillettes completati con colletti e polsini bianchi in organza, che sono il vero file rouge di tutta la collezione in perfetto stile Rinascimentale.

Torna protagonista la maglia d’angora portabile con gli abitini stile rinascimentale per un tocco di romanticismo e di artigianalità, inoltre la maison ha utilizzato la maglia per creare look giovani come gli shorts abbinati a pullover che abbiamo visto in passerella.

Look giovani riproposti in chiave cool attraverso i tanti capi in pelle studiati per soddisfare i gusti delle ragazze più giovani.

Gonne a tubino in tweed abbinate a cinture con stampa coccodrillo; pantaloni in morbida nappa infilati in stivali on-tone; e un intero arcobaleno di abiti in maglia d’angora in linea impero con ampie maniche.

Must have della collezione sono le mantelle dalle calde sfumature, al ginocchio o più lunghe, fino al polpaccio, questi mantelli, non sono ispirate a una versione rinascimentale futuristica ma richiamano piuttosto il fascino di icone di stile Marisa Berenson e Diana Ross.

La cartella colori che spazia dal ciclamino al bianco, dal bordeaux al verde, dal senape al melanzana passando per il beige e il nero è una news per la maison ma ci ha decisamente convinto.

Una collezione iper femminile e mascolina allo stesso tempo, sofisticata ma urban, colorata ma basic, binomi riusciti alla perfezione per una collezione dedicata a una donna che vuole essere se stessa con una voce forte.

Written By
More from GLORIA SAVINO

“ART ATTACK”

La cultura non resta a casa #iorestoacasa, il nuovo slogan che incentiva...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *