#lamodanonsiferma con Alessandro Squarzi

#restiamoacasa, #restiamouniti, #staysafe sono solo alcuni dei tantissimi hashtag che accompagnano racconti e testimonianze di questo periodo.

Noi di SpaghettiMag. Vi accompagneremo con tanti appuntamenti con il mondo che più ci rappresenta, quello del fashion: #lamodanonsiferma è un coro di addetti al settore che ci raccontano come vivono questo momento e come immaginano un nuova corso.
Il secondo appuntamento è con Alessandro Squarzi.

Turn up: come iniziare a farci sentire? Qual’e lo scenario della filiera della moda?

Io non ho idea di come farmi sentire, non sono una voce autorevole nel mondo politico. Certo è che oggi la politica deve ricordarsi anche del mondo del fashion e pensare che il sistema moda è un meccanismo economico che produce un indotto molto importante, che fa mangiare milioni di persone. Altri settori, come il turismo ad esempio, sono stati già presi in considerazione: dimenticarsi della moda sarebbe un grande danno.

Stand up: Ipotizziamo di essere al giorno dopo la fine della quarantena… come sollevarsi da questa crisi?

Credo che il giorno dopo tutti noi avremo bisogno di sgranchirci gambe e le idee, per capire cos’è successo e cosa troveremo di fronte a noi. Certo è che non ci si può fermare. Bisogna tornare ai valori di quello che una volta era la moda e il lusso.
Basta bruciare le tappe, dobbiamo tornare alla normalità. In estate si presenti l’estivo, in inverno l’invernale.
E’ ora di smetterla con queste anticipazioni e con la rincorsa forzata alla novità, spinti da questo bisogno di voler sempre accelerare: la gente ha bisogno di conferme, e noi in primis dobbiamo essere i primi a darle.

Upgrade: come incrementare la vendita online?

Io credo che la vendita online sia un’opzione comune a tutti. Se non ci fosse stato l’online avremmo sofferto molto di più il contraccolpo, perciò ritengo che sia doveroso che ogni imprenditore e ogni punto vendita debba pensare e sapere che il futuro è anche nell’online.
E’ certamente appagante poter entrare in botteghe esteticamente belle, col sapore di una volta, e poter toccare con mano la merce, ma oggi più che mai è doveroso avere anche una vetrina online, per potersi affacciare al business nei modi migliori e poter continuare a vendere.

Grow up: pensa che ci sarà, come ogni volta che c’è una grande crisi, una grande ripresa e crescita?

Se il governo riuscirà a mettere le persone che hanno subito questa grande crisi, in tutti i settori, in condizione di rialzarsi, ciò succederà. L’Italia è camaleontica e sicuramente si riprenderà: a tutte le grandi depressioni seguono poi grandi opportunità.

Smile up: un pensiero positivo per tutto il comparto moda.

Se non fossi positivo in questo momento sarebbe un disastro! Mi auguro e sono certo che arriveranno tempi migliori: probabilmente ci rialzeremo tutti un pochettino feriti e ammaccati, ma sono certo che riprenderemo, con nuovi canoni (quelli di cui ho parlato prima, ovvero dare più valore alle cose che si acquistano e non seguire ciecamente questa moda malata). Il mio pensiero positivo è che anche la moda ne esca più sana.

Written By
More from Noemi Villani

Hello September

Settembre, quest uomo nero che trionfa di frenesia, di doveri, di fibrillazione,...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *