In conversation with Pamela Costantini e Domitilla Rapisardi

Almost night

C’è un momento della giornata durante il quale le donne si liberano dal loro ruolo e tornano ad essere se stesse, rilassandosi. È quel momento in cui il sole sta per cedere il passo alla notte. A queste donne Domitilla Rapisardi e Pamela Costantini hanno dedicato IINDACO, un marchio di scarpe versatili che le accompagnino durante la “quasi sera”.

Le mie interviste iniziano spesso con una domanda che ho notato che fate anche voi alle IINDACO Women: descrivi IINDACO con 5 aggettivi.
Sostenibile, attuale, ispirazionale, sincero, blu.

Cosa significa IINDACO?
IINDACO è quella sfumatura di blu, quel momento della sera che si appresta a diventare notte. La famosa “blue hour”, quando le ombre si azzerano, e il sole sta per calare.  E’ il momento in cui noi due (Domitilla e Pamela) ci siamo sempre incontrate, Domitilla vivrebbe di notte mentre Pamela è l’esempio vivente del detto “la mattina ha l’oro in bocca”, l’ora blu è quindi quel momento che abbiamo in comune, ma non solo noi, tutte le donne: è l’ora della metamorfosi, l’attimo in cui lasciamo il lavoro alle spalle e diventiamo amiche, mamme, compagne, figlie ecc… IINDACO è caratterizzato inoltre da due “i”, due “i” che mimano il numero 11 : il mese di novembre, quando siamo nate noi, è il nostro numero fortunato e simbolo della nostra amicizia.

Avete detto di voler creare delle scarpe per la “blue hour”, potete spiegarci il concetto di Blue hour e come è fatta una scarpa “quasi da sera”?
Come spiegato sopra per noi la blue hour è quel momento che accomuna tutte le donne, l’attimo in cui ci svestiamo dalla routine quotidiana e ci trasformiamo in qualcos’altro. Le scarpe che creiamo vogliono essere alleate in questo processo, versatili per le diverse occasioni, per le diverse donne. Perchè appunto, la sera è per tutte diversa: può essere un party, un’uscita tra amiche, una cena in famiglia, una passeggiata… e così devono essere le scarpe della Blue Hour, predisposte alla metamorfosi e adatte ad essere interpretate a seconda del look.

Le parole chiave del vostro statement sono guardare al futuro e responsabilità, come lo fate? ed è legato alla sostenibilità e alla responsabilità etica del brand?
Il futuro per IINDACO deve far parte della nostra quotidianità, guardare al futuro è per noi essere responsabili e consapevoli delle nostre scelte, dalle più importanti fino ai piccoli gesti. E’ per questo che IINDACO si impegna nella creazione di collezioni sostenibili a 360 gradi, dalla progettazione, alla realizzazione, ai materiali fino alla distribuzione. Le pelli e i tessuti utilizzati sono un elegante seta marezzata (questo tessuto viene da uno da stock è quindi 100% sostenibile), ovvero il cosiddetto moiré, spesso usato nel mondo della moda per abiti da sera; e pelli di vitellino “nature” o stampato cocco (provenienti solo e rigorosamente da scarti dell’industria alimentare).
Anche gli altri componenti sono sostenibili: i tacchi sono in abs riciclato e riciclabile, così come i soletti interni e le fodere biodegradabili. Le accortezze uniche con cui sono realizzate tutte le IINDACO sono il frutto dell’expertise di artigiani che lavorano solo il Made in Italy, nel pieno rispetto dei concetti più moderni di sostenibilità sociale. Il packaging di IINDACO è realizzato con gli scarti dell’industria agroalimentare della lavanda e le nostre spedizioni sono tracciate per compensare le emissioni di co2.

Chi sono le IINDACO Women? E quale donna avevate in mente quando avete creato le vostre scarpe?
La nostra donna ideale la vediamo parte di una  community di donne che si riconosce nei valori della vita contemporanea e dell’inclusività. IINDACO si rivolge a donne ambiziose attente ai dettagli, alla qualità artigianale, consapevoli di acquistare qualcosa che è più di un prodotto; è un’idea, o meglio, uno stile di vita. Donne attuali, con le radici nella tradizione e lo spirito nell’innovazione.  Quando abbiamo creato la nostra prima collezione avevamo in mente noi stesse, ciò che siamo e avremmo voluto essere. 

Chi, vivo o morto, reale o immaginario, uomo o donna, vorreste indossasse le vostre creazioni e perché?
Vorremmo che le nostre calzature fossero indossate da chi condivide i nostri valori, chi in passato ha lottato per questi e chi adesso li vuole abbracciare, IINDACO non è per nessuno in particolare ma per chi sta cercando qualcosa che li rappresenti e li faccia sentire bene con se stessi.

Vi va di lasciare un messaggio per i lettori di Spaghetti Magazine?
Nel dubbio, non fare niente è sempre la scelta sbagliata.

Tags from the story
,
More from Ester Palazzo

Ricerca, sperimentazione, artigianalità e tradizione.

7-14-9-35 sono i numeri del sodalizio tra SaloneSatellite e Rinascente. Sette come...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *