Il Rinascimento Italiano

VESTE DOLCE E GABBANA

Chi vuole essere lieto sia , del doman non vi è certezza.

Lorenzo de medici ci aveva visto lungo, dal Rinascimento ad oggi la frase tratta dal trionfo di Bacco si veste di una profonda verità.

Dopo un periodo di chiusura forzata e di forti privazioni Dolce & Gabbana hanno capito quanto sia importante vivere il presente e per questo basano la loro nuova collezione su un omaggio al Rinascimento fiorentino per omaggiare gli artisti del passato e i maestri artigiani di oggi.

Il coinvolgimento di 38 artigiani fiorentini è stato un grandissimo stimolo per la ripartenza della moda made in Italy.

Quale location migliore di Firenze e il Palazzo Vecchio per questo omaggio al Rinascimento della moda Italiana, con un grande evento a presenza purtroppo ridotta D&G hanno ricreato una spettacolare ambientazione Rinascimentale.

Una sensazionale passerella a forma di gigantesco giglio, simbolo della regalità fiorentina,  ha attraversato il Salone del Cinquecento, dove hanno sfilato i modelli di Dolce & Gabbana che ci hanno mostrato la nuova collezione uomo del brand accompagnati dalle musiche di Pavarotti che hanno reso quell’evento un momento mistico. 

I due stilisti si sono superati, nell’atmosfera suggestiva ricreata dalla location rivestita di prezioso velluto e broccati d’oro e argento e dagli abiti in sfilata che incarnavano l’essenza D&G,  siamo stati catapultati in un vero e proprio Rinascimento Contemporaneo.

Maglie-gioiello che sembravano veri e propri arazzi, vestaglie smoking con stoffe damascate, gli affreschi rinascimentali si trasformano in stampe per rendere uniche le lunghe giacche, accompagnato dall’accessorio must: gli stivali. che richiamano l’antica calzatura fiorentina da uomo.

Preziosi  gioielli in stile antico illuminano la passerella e accompagnano in modo magistrale gli outfit proposti, che per la versione di punta di collezione sono realizzati con tessuti impreziositi da filamenti d’oro, pelli preziose e intarsi realizzati interamente a mano dagli artigiani fiorentini. Quella alla quale abbiamo assistito più che una sfilata aveva il sapore di una mostra d’arte delle maestranze italiane.

Gli abiti proposti si sono ispirati a tutte le figure dell’epoca rinascimentale dai nobiluomini ,agli abiti da lavoro, alle armature scintillanti, alle tuniche in stile Rinascimentale.

Il lavoro fatto dai due stilisti è ineccepibile, il loro obiettivo era quello di comunicare un senso di speranza e rinascita, del non arrendersi mai nonostante tutto e ci sono riusciti alla grande e soprattutto con stile.

Written By
More from GLORIA SAVINO

LEVI’S 2020

Il pantalone più famoso dello streetwear  Ovviamente  parliamo del capo d’abbigliamento che...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *