Intervista a Salvatore Trani – General Manager NH Collection Roma Palazzo Cinquecento

– Gestire un albergo richiede grande competenza e spirito d’iniziativa, soprattutto ora in tempi di emergenza sanitaria globale. Quali sono gli aspetti più difficili del suo lavoro e quali invece quelli che la emozionano e le confermano il valore delle sue scelte professionali?

Più che di aspetti difficili parlerei di opportunità e di sfide di cui il mio lavoro fortunatamente ne è pieno ogni giorno. Motivare, formare, stimolare costantemente il team è sicuramente la challenge più stimolante.

Nel nostro lavoro è fondamentale prendersi cura dell’ospite, anticipare le possibili richieste e sorprenderlo in maniera creativa. Semplicemente sofisticato.

Per riuscirvi, occorre prendersi cura prima di tutto del proprio team attraverso il day-by-day fatto di formazione, supporto, condivisione, motivazione, coaching … celebrando sempre insieme i successi.

Sembrerà semplice e banale, ma non lo è affatto. Un team unito, appassionato e vincente è la chiave del successo.

Facciamo ospitalità con l’obiettivo di fidelizzare i nostri ospiti e trasformarli in appassionati fan.

Ci dedichiamo a loro con passione, generosità ed una gran voglia di rendere i loro soggiorni unici ed esclusivi. Queste sono le cose che ci emozionano e ci spingono a ricercare il continuo miglioramento. Crediamo fortemente che per farlo serva avere una naturale, sentita, innata predisposizione all’accoglienza.

NH Collection Roma Palazzo Cinquecento è un albergo 5 stelle. Alla luce della sua esperienza nel settore alberghiero, come è cambiato nel tempo il concetto di lusso e cosa deve caratterizzare in tre parole il lusso per i suoi ospiti?

È verissimo, il concetto di lusso è cambiato molto e non lo si può più solo limitare ad arredamenti di pregio e decori mozzafiato. Abbiamo una clientela internazionale, che è abituata a frequentare alberghi di lusso in tutto il mondo, che vive in case da sogno e possiede auto lussuose. Oggi i nostri ospiti ricercano il lusso nell’autenticità, nel vivere pienamente la destinazione, nel conoscere la storia del posto dove stanno soggiornando, nel vivere le abitudini oltre che gli usi locali e nell’assaporare i prodotti del luogo.

Facendola breve, riassumerei il lusso in queste tre parole: autenticità, personalizzazione ed emozione … ed è quello a cui ci ispiriamo tutti i giorni!

-Ci racconti una giornata tipo della vita di un direttore d’albergo…

Le dico con assoluta certezza che non esiste una giornata tipo. Diciamo che la giornata di un direttore è mediamente lunga, sempre diversa, mai banale. Sento di essere fortunato.

-Per deliziare i palati di chi viene a mangiare all’NH Collection Roma Palazzo Cinquecento, ha voluto chiamare come executive chef il talentuoso Alessandro Cretella. Come è nato questo sodalizio professionale?

Nasce dalla mia precedente esperienza di General Manager all’NH Collection Grand Hotel Convento di Amalfi, dove ho avuto il piacere di avere Alessandro nel team di cucina, prima come Commis e poi come Chef de Partie.

Alessandro è un giovane chef appassionato e talentuoso, porta avanti la tradizione della sua terra e della cucina italiana rivisitandola e presentandola in chiave innovativa.

Alessandro è alla continua ricerca di prodotti d’eccellenza e degustare i suoi piatti è davvero un’esperienza con E maiuscola.

– Lei ha il privilegio di essere alla guida di un albergo in una delle città più belle al mondo, Roma. Inoltre, NH Collection Roma Palazzo Cinquecento si trova in una posizione centrale per chi vuole vivere la città eterna con gli occhi di un turista. Quale è il suo rapporto con la città di Roma?

A distanza di anni, vivo ancora la città da eterno innamorato. Continuo a scoprire luoghi nuovi che mi lasciano senza fiato.

Il centro storico è magico, così come Trastevere. Il quartiere Monti è un sogno con le sue botteghe artigianali. Non scopro nulla di nuovo dicendo che Roma è ricca di storia. Nel giardino stesso dell’NH Collection Roma Palazzo Cinquecento è conservata un’esclusiva reliquia dell’antica storia di Roma: un tratto delle Mura serviane risalenti al VI secolo a.C.

– Fino al 31.12 nei vostri spazi ospiterete la mostra “Frammenti Bizantini” dell’artista di fama internazionale Luigi Ballarin. Cosa ci può dire sulla programmazione di questa iniziativa che valorizza il mondo dell’arte e il talento di artisti italiani come Ballarin?…Qualche anticipazione sul futuro calendario eventi?

La mostra è un evento fortemente voluto, personalmente trovo Ballarin un genio. Con questa mostra, si conferma l’impegno di NH Hotel Group che da anni ospita nei propri alberghi artisti emergenti o già affermati, come nel caso di Ballarin, con l’intento di promuovere e sostenere qualsiasi forma di espressione artistica. Le opere di Luigi Ballarin si sposano così bene con gli interni eleganti di NH Collection Roma Palazzo Cinquecento che sembrano create ad hoc. Sul futuro, in considerazione del particolare periodo che stiamo attraversando, stiamo valutando di estendere la mostra per tutto il 2021, cosa non facile perché l’artista ha molte richieste per esporre le proprie opere in Italia e all’estero, come Turchia, Qatar e tutto il medio Oriente, ma confido che alla fine riusciremo nell’intento!

Tags from the story
, ,
Written By
More from Emira M'sakni

GILBERTO CALZOLARI – L’APPELLO PER UNA VERA SOSTENIBILITA’

Abbiamo chiesto al designer Gilberto Calzolari cosa serve oggi per un rilancio...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *