In conversation with Sofia El Arabi

Sofia El Arabi, fashion designer, blogger, influencer, stylist and founder of Bakchic, has all the characteristics to gain a large following, and to make you fall in love with her unique and spontaneous attitude.

From her website, at the section About you can read: “The legend says that her DNA is a special mixture made of a Morocco lover, a World traveler and a Fashion doctor.
Life of Sofia El Arabi is a great remake of Once upon a time the East […] she does not think of tomorrow’s outfit the night before, she just looks in the past for the trend of the future. “
Bakchic is an inspiring world, when she sells all pieces that are one of a kind, and she gives fashion tips belonged to her stunning land, mixed to western fashion items.

1. First of all, I’d like to talk about you: who is Sofia? What does she like?

A wild at heart, sunflower, Morocco lover, barefoot dreamer, secretly fisherwoman, flower listener, signs of the Universe believer, unstoppable traveller, big waves obsessional, shy monkey, dreaming of a slow old fashioned fashion.

 

2. You studied and lived in France, how was this period of your “occidental” life?

In Morocco I started French school when I was 4 years old, so I have a double culture and we also used to go to France during our holidays with my parents. The occidental life is already part of our oriental life without crossing any borders J.

3. The most beautiful thing one perceived following you on social media is your deep love for your land and your culture. Can you tell us something about the colors, the parfums, the nuances of your Marocco?

Anyone coming to Morocco will say the same thing about Morocco: it is one of the most beautiful countries in the world. I’m just lucky to live there and try to convey this beauty through my pictures. Every corner is an inspiration and every city is different. I saw Morocco with a tourist eye so it is still mysterious and new every day.

4. Your love for Berber jewelry is intriguing us. Can you tell us about your connection with this culture and these magnificent pieces of craftsmanship that we see you wearing in many photos?

Every Berber Piece is an Art. When you buy a Moroccan Rug, you should thank the Berber women who spent weeks or months making it without any model or drawing, they just followed their intuitions. I always loved jewels and I always layer them on my wrists, they are part of me. My grandmother has 10 bracelets on her wrist and she never get rid of them.

 

5. How was Bakchic born? What were the developments of this project?

Bakchic is how I see the modern Morocco. Just a piece of our traditions mixed with modern clothes. I used to have a blog, “Fashion Bakchic”, and I quickly I started to add Moroccan touch to my outfits. I had so many comments about it that I’ve decided to quit my job and do something meaningful, something that makes me feel alive. This is the beginning of this amazing adventure. I’m working on a homeware collection and knitwear also. I am used working alone since 4 years by now and I have realized that I can’t make it alone. I have so many ideas that I need at least to develop half of them before it’s too late.

 

6. What brands do you recommend to follow? And which are the iconic ones you feel closest to?

This list is about the ones I love and that I feel close to my style (they can’t be separated): The Row, Jacquemus, Isabel Marant, Anthony Vacarello, Versace, Saint Laurent, Chanel.

 

7. Lately you’ve been in India, how much has this country influenced your inspiration and how much do the cultures you get in touch with condition you? 

Craftship in India and Morocco are very very similar. I was surprised to see that there is a lot of Arab influence (for example arab design) and I felt very close to this country even in the architecture. I’m currently working on a winter collection mixing both cultures.

8. Three adjectives for the perfect outfit according to Sofia.

Minimalist, black, elegant.

 

9. Kaftans, long and wide dresses, gladiator sandals, wide–brimmed hats and babouche slippers with a lot of embroideries and colors are your distinguishing style features. How do you suggest to express your style for colder latitudes?

A vintage Levis, a white tee shirt and a long embroidered kaftan with some berber silver jewels with a big handmade wool Top is the coolest look for me.

 

10. Your style and your life let us needy of fashion and lifestyle tips. Reveal us your “DOs” and your “DON’Ts“: place to go, where to eat, what to wear, music, attitude to have.

About Marrakech:

Lunch: Restaurant Le Jardin

Dinner: Restaurant Le Nomad

Drink: L’Epicurien

Party: Le Raspoutine

What to wear: A printed wild pants with a lace cropped top, sandals and a rustic basket.

Music to listen: The orchestre behind the singer fairouz is amazing.

Attitude to have: never speak loud, se tenir droite, always add an Spf 50 before make up, adopt a hat (lack of colors are the best), buy good quality clothes, if you find the perfect white t-shirt buy 5 of them (and send me one), your nails should always be clean, don’t forget to put a hair mask at night before sleeping (or they will be bored for 8 hours), be self confident, be yourself (don’t care what other people think, they will always think about something).

Sofia El Arabi, fashion designer, blogger, influencer, stylist e fondatrice del sito Bakchic, incarna tutte le caratteristiche per regalare un “follow” e per innamorarsi di un’allure unica e assolutamente naturale.

Dalla sezione about del suo sito Bakchic dice di lei:
“La leggenda dice che il suo DNA è una miscela speciale di un’amante del Marocco, una viaggiatrice del mondo e una dottoressa della moda.
La vita di Sofia El Arabi è un grande remake di C’era una volta l’Oriente […] Sofia non pensa al vestito di domani la sera prima, guarda solo il passato per la moda del futuro.”
Bakchic è il mondo delle sue ispirazioni, dei pezzi unici provenienti dalla sua meravigliosa terra d’origine, mixati a fashion items occidentali. Qualcuno, tra l’altro -per le fashion addicted- lo vende.

1.Prima di tutto ci piacerebbe sapere qualcosa di te: chi è Sofia? Cosa ti piace?

Sofia ha un cuore selvaggio, ama i girasoli, il Marocco, è una sognatrice senza scarpe, una pescatrice segreta, ascoltatrice di fiori, e dei segnali dell’Universo, viaggiatrice inarrestabile, ossessionata dalle grandi onde, dalle scimmie diffidenti, sognatrice di una moda “vecchio stile.

2. Hai studiato e vissuto in Francia, com’è stato il periodo della tua vita occidentale?

Ho iniziato a studiare Francese in Marocco quando avevo 4 anni, ho sempre respirato queste due culture e durante le vacanze ci spostavamo sempre in Francia con la mia famiglia. La cultura occidentale è sempre stata parte della nostra, senza nessun confine o limite.

3. La cosa più bella che si percepisce osservando la tua vita tramite i Social è l’attaccamento alla tua terra. Ci racconteresti i colori, i profumi e le sfumature del tuo Marocco?

Chiunque arrivi in Marocco dirà la stessa cosa: è una delle città più belle al mondo. Sono estremamente fortunata a vivere qui, e cerco di trasferire la bellezza del luogo nelle mie foto. Ogni angolo è fonte di ispirazione e ogni città è diversa. Io lo osservo con gli occhi di una turista, e lo trovo ancora misterioso.

4. Il tuo amore per i gioielli Berberi ci incuriosisce. Spesso indossi questi meravigliosi pezzi di artigianato, ci parli del legame che hai con questa cultura?

Ogni gioiello Berbero è arte. Quando acquisti un tappeto Marocchino, dovresti ringraziare la donna Berbera che trascorre settimane o mesi a realizzarlo, senza nessun disegno o prototipo, segue solo la sua intuizione. Ho sempre amato i gioielli, avere i polsi pieni di gioielli è parte di me. Mia nonna ha 10 bracciali al suo polso, non se ne disfa mai.

5. Com’è nato Bakchic? 

Bakchic è come vedo il Marocco. È un pezzo della nostra tradizione che incontra le mise moderne. Avevo un blog, “Fashion Bakchic”, ho sempre dato un tocco “Marocchino” ai miei look. Ricevevo così tanti commenti che decisi di lasciare il mio vecchio lavoro per fare qualcosa di significativo per me, qualcosa che mi facesse sentire viva. Questo è stato l’inizio di una fantastica avventura, sto anche lavorando su una collezione di articoli per la casa e maglieria. Ho lavorato da sola per quattro anni, ma ho capito che non posso farcela da sola. Ho così tante idee che ho bisogno di sviluppare almeno la metà prima che sia troppo tardi.

6. Quali sono i brand che consigli di seguire? E a quali ti senti più vicina?

Quello che amo e che sento più vicini a me sono The Row, Jacquemus, Isabel Marant, Anthony Vacarello, Versace, Saint Laurent, Chanel.

7. Sei anche stata in India. Quanto, questa cultura, ti ha “contaminato”?

L’artigianato in India e in Marocco è molto simile. Realizzare che nel loro lavoro è presente una componente araba mi ha sorpresa, ci sono molti disegni arabi, e anche l’architettura è molto simile alla nostra. Al momento sto lavorando a una collezione invernale che mescola entrambe le culture.

8. Tre aggettivi del perfetto outfit per te.

Minimalista, nero, elegante.

9. Caftani, abiti lunghi e larghi, sandali da gladiatore, cappelli a falda larga e ciabattine ricamate e colorate sono i tuoi segni di stile, cosa consigli a chi vorrebbe avere il tuo stile ma a latitudini più fredde?

Un Levis vintage, una t shirt bianca e un maxi caftano ricamato con qualche gioiello berbero d’argento, un grande maglione fatto a mano in lana: questo è il look vincente secondo me.

10. Regalaci delle pillole di moda e lifestyle. Rivelaci i tuoi “do” e i tuoi “don’t”: luoghi dove andare, dove mangiare, cosa indossare, quale musica ascoltare, l’attitude da avere.

A Marrakech:

Pranzo: Ristorante Le Jardin

Cena: RistoranteLe Nomad

Bar: L’Epicurien

Party: Le Raspoutine

Cosa indossare: Un pantalone largo e stampato con un crop top in pizzo, sandali e una bag-cestino.

Musica da ascoltare: L’orchestra dietro alla cantante Fairouz è incredibile.

Attitude da avere: Mai parlare a voce alta,  stai dritta con la schiena, inizia il make up con una protezione solare 50, “adotta” un cappello (quelli non colorati sono i migliori), acquistare indumenti di qualità, se scovi la perfetta t shirt bianca comprane 5 (e inviamene una), le tue unghie devono sempre essere pulite e in ordine, non dimenticare di applicare una maschera per i capelli prima di andare a dormire (altrimenti si annoieranno per ben otto ore), sii sicura di te: non preoccuparti di cosa pensa la gente, penseranno sempre qualcosa.

 

curated by Chiara Iermano & Noemi Villani

Be first to comment