“LA DOLCE VITTI”

Donna meravigliosa, attrice magistrale, bellezza fuori dall’ordinario, mente affascinante e icona femminile degli anni 60 e 70 che ancora oggi, lontana dai riflettori a causa di una malattia simile all’alzheimer, continua a sedurre e ad incarnare il vero simbolo femminile del cinema italiano.
Monica Vitti non richiama l’archetipo classico della Diva ed ha dimostrato agli uomini e alle donne che per essere sexy non serve essere perfette con un naso alla francese, ma basta avere carisma ed essere travolgente.
Donna e amante delle donne, Monica Vitti è stata interprete straordinaria dello smarrimento umano e dell’alienazione moderna, ha dato vita alla tormentata Claudia ne L’avventura, all’involontaria seduttrice Valentina ne La Notte, alla misteriosa Vittoria ne L’eclisse, alla devastata Giuliana di Deserto Rosso e altri ruoli ancora che le sono valsi premi  e riconoscimenti dei più importanti festival cinematografici.
E’ passata con nonchalance dal cinema d’autore alla commedia incarnando ruoli di vere icone dell’emancipazione femminile come Assunta Patanè ne La ragazza con la pistola, ed ha consolidato il suo primato di attrice e donna brillante interpretando Dea con Alberto Sordi in Polvere di stelle.
L’istituto Luce Cinecittà omaggia oggi Monica Vitti con una grande mostra, dall’8 Marzo al 10 Giugno a Roma, nello spazio dei Dioscuri al Quirinale. “La Dolce Vitti”: un‘esposizione fotografica che ripercorre la carriera e la vita dell’attrice attraverso scatti rari e registrazioni audio, che raccontano ricordi e riflessioni con la sua voce rauca e singolare che è stata una delle chiavi della sua arte.
Una carriera versatile e di successo da “ musa nevrotica ed esistenzialista” a “eroina comico brillante” MonicaVitti che ha detto di sé “Sono un’attrice poi anche una donna” ha insegnato alle donne la capacità di prendere e di prendersi in giro, nascondendosi dietro le cose semplici per mostrarsi meravigliose e agli uomini ad essere uomini e non maschi narcisisti perché come diceva lei in La ragazza con la Pistola “Un vero uomo deve provarci ma una vera donna deve
saper resistere”.

Be first to comment