Perchè lo sbadiglio è contagioso?

Sono tantissime le volte in cui sbadigliamo perché lo sta facendo qualcun altro, a scuola, in una riunione, oppure a casa guardando col partner un film. Basta uno sbadiglio che subito parte una raffica di reazioni a catena. Vi siete mai chiesti perché?
Innanzitutto, sbadigliare è un atto assolutamente naturale, anche gli animali lo fanno. Esso è scatenato da diversi fattori tipo fame, sonno e secondo alcuni studi serve per raffreddare la temperatura del cervello, portare più ossigeno all’organismo e dare una strigliata ai muscoli che si stanno addormentando. La richiesta di ossigeno ci porta a spalancare la bocca e a compiere un respiro più profondo del solito: generalmente lo sbadiglio è più di uno e avviene nei momenti in cui si sta rilassati senza compiere alcuna attività fisica o sforzo. Sbadigliando permettiamo al corpo di scaricare le tensioni accumulate e rilassarsi completamente. Per questo la maggior parte delle persone emette sbadigli mentre è a letto, prima di addormentarsi.
Uno studio condotto da Elisa Demuru ed Elisabetta Palagi dell’Università di Pisa sulle scimmie ha dimostrato che lo sbadiglio è contagioso in particolar modo tra persone collegate da un rapporto empatico, cioè familiari o amici. Il significato “sociale” del contagio dello sbadiglio è un argomento ancora poco noto agli studiosi. Si può soltanto ipotizzare che si tratti di un modo per comunicare da parte dei membri di un gruppo sociale, che inconsciamente cercano di coordinare le loro attività anche dal punto di vista emozionale, difatti lo sbadiglio è suscitato più frequentemente da persone conosciute che da estranei.
Nel caso in cui volessimo evitare di essere contagiati basterà solamente toccare con la lingua la parte alta del palato nel momento in cui si inizia ad avere lo stimolo dello sbadiglio, ed il gioco è fatto!

Giusy Peluso

Studentessa di giurisprudenza. I libri e la musica occupano le mie giornate, appassionata di tecnologia. “E’ solo quando sai quello che vuoi, che non prendi tutto quello che passa”

Leave a Reply