L’Andalusia: una terra tutta da scoprire

Andalusia: le 5 tappe più belle

L’Andalusia: una splendida terra composta da otto province, ha come cuore Siviglia, la capitale, e fa parte delle diciassette comunità autonome della Spagna. La storia di questa regione è stata determinata dal passaggio di diversi popoli come:
iberi, cartaginesi, romani, vandali, visigoti, bizantini e musulmani, che hanno inevitabilmente segnato anche la sua identità culturale. Attraverso questo articolo vogliamo proporvi i 5 posti più belli da poter visitare, per vivere una vacanza indimenticabile. 

Iniziamo il tour sbarcando a Siviglia: la città più grande dell’Andalusia che racchiude nel suo grembo le antiche tradizioni,
come la famosissima danza del Flamenco, le processioni pasquali e la Feria de Abril. Tra le cose da vedere vi consigliamo la Cattedrale che regala una view mozzafiato dalla celebre torre della Giralda.
La Cattedrale, unita all’Alcàzar, e all’Archivo General de Indias, sono in assoluto tra i tre monumenti da non perdere,
in quanto fanno parte del patrimonio dell’Unesco.
Nel pomeriggio o in serata godetevi anche una splendida passeggiata nel centro di Siviglia,
passando per Plaza de Espana, Parque Maria Luisa e i quartieri di Triana e di Santa Cruz.

Ora è il turno di Malaga! La città è diventata famosa per aver dato i natali al grande pittore Pablo Picasso, ed è conosciuta anche per le sue bellissime spiagge e la vita by night. Cosa vedere a Malaga? Di sicuro la casa natale del noto pittore in Plaza de la Merced e il Museo Picasso. A Malaga avrete anche l’occasione di godervi una piacevole passeggiata per visitare l’Alcazaba e il vicino Castillo de Gibralfaro. Quando vi troverete per le strade del centro, in cerca di qualche souvenir, ricordatevi che qui sono famosi i gelsomini bianchi, i biznagas.  

Continua il viaggio alla scoperta di Cordoba, qui tra i monumenti più belli da vedere vi proponiamo la Mezquita, l’Alcàzar, la Torre de la Calahorra, e il Palazzo Viana. Visitare la moschea Mezquita è quasi “d’obbligo”: situata nel centro dell’antico quartiere della città, fa parte del patrimonio dell’Unesco, le sue origini risalgono al 786 d.C. e sapete che ci sono voluti oltre 200 anni per completarla? Insomma una tappa davvero fondamentale per il vostro soggiorno a Cordoba.

Avete voglia di godevi un po’ di sano relax al mare? Allora Tarifa fa al caso vostro! Questa località offre ai suoi turisti ben 10 chilometri di spiaggia. Ma oltre al bellissimo litorale c’è anche molto da vedere: un percorso da poter far ad esempio è lungo Calle Sancho IV el Bravo e proseguire fino ad arrivare all’antica chiesa di San Matteo, ed infine passare per  Plaza de Santa Maria e Plaza Miramar. Anche il centro è molto suggestivo, con tutte le sue piccole vie e viuzze che si intrecciano tra loro, e che fanno da cornice a locali e negozi tipici del luogo.

Ultima tappa: Ronda, una località che si divide in due, la città nuova e la città vecchia. In passato Ronda ha ispirato artisti come Ernest Hemingway e Orson Welles, noti visitatori a cui è stato dedicata la passeggiata lungo i muri dell’arena, superando Plaza del Toros: il Paseo de Ernest Hemingway e il Paseo de Orson Welles. Ricordiamo che Plaza del Toros è la piazza più grande della Spagna dopo quella di Madrid. L’itinerario a Ronda merita di continuare visitando Alamada del Tajo: un parco ottocentesco che offre ai propri ospiti l’opportunità di immergersi nei suoi estesi prati verdi, regalando tranquilli momenti di relax.

Tags from the story
, , ,
Written By
More from Emma Onorato

Secchiello Bag

L’estate che viviamo ci sta proponendo numerosi flashback, abbiamo raccontato del fermaglio,...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *