Alma Noce è la ragazza che ha volato

Spaghetti Mag incontra Alma Noce alla 78ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia

“La ragazza ha volato” è il titolo del film che le è stato cucito addosso dalla regista Wilma Labate che ha firmato e fatto propria la sceneggiatura scritta dai fratelli D’Innocenzo, donandole un preciso e caldo sguardo femminile. Classe ’99 ed origini torinesi. Alma Noce diventa Nadia. Una ragazzetta attraente che si muove nel grigiore, con una famiglia affettuosa ma immobile nel destino della periferia, non degradata, solo difficile e sciatta.

“È una storia fatta di personaggi che subiscono la vita nel disordine e nell’inerzia, ambientata a Trieste, una città con le strade pulite e il centro sontuoso stretto da vecchi quartieri operai e forti presenze balcaniche. Una storia a cui Alma ha dato identità e vigore” commenta la regista Labate. Nadia ha 16 anni. Quasi 17. In un comune e ordinario pomeriggio subisce un abuso. 

Poi, si guarda allo specchio. E dentro di lei cambia tutto.

Dopo la partecipazione al film “Gli anni più belli” di Gabriele Muccino, Alma dona il suo sguardo introverso e la sua potente interpretazione ad una storia contemporanea, narrata attraverso scene lente che tracciano un confine netto tra l’odio e la bellezza.

“Penso che la bellezza sia nel modo in cui una persona ti fa sentire, perchè se quella persona non ti fa stare bene non può essere bella”, aveva raccontato a noi di Spaghetti.

photographer/ gianluigidinapoli.com/ @gianluigidinapoli / total look/ armani.com/ @giorgioarmani

Written By
More from A g

Spaghetti Mag racconta il volto di Edoardo Purgatori

Conosciuto come Edoardo Hendrik. Mamma tedesca. Attrice e storica dell’arte. Papà italiano....
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *